Wanda Nara respinge le accuse e va all’attacco: “Cattiverie infondate, denuncio tutti”

Wanda Nara respinge le accuse e va all’attacco: “Cattiverie infondate, denuncio tutti”

I gossip emersi negli ultimi giorni hanno fatto letteralmente sbottare Wanda Nara. Le presunte indiscrezioni su situazioni hot all’interno dello spogliatoio dell’Inter, che si sono diffuse rapidamente sui siti web, hanno spinto la moglie dell’attaccante nerazzurro Mauro Icardi a rispondere duramente per difendere sè stessa e la propria famiglia.

Wanda Nara, scandalo hot nello spogliatoio Inter?

Wanda Nara ha pubblicato un post su Instagram per mettere fine a queste voci, definite “una serie di bugie”. A dare conto di questa vicenda è stato anche il giornale “Libero”, che avrebbe riportato l’esistenza di un audio anonimo che circolerebbe da tempo su Whatsapp e racconterebbe di uno scandalo a luci rosse verificatosi all’interno dello spogliatoio dell’Inter con protagonista proprio Wanda Nara.

Ad alimentare ulteriormente i sospetti sono stati alcuni strani movimenti social da parte dei giocatori nerazzurri, la cosiddetta “scomparsa dei like” tra Icardi, Perisic, Brozovic e la moglie dell’argentino. Nel suo messaggio, Wanda Nara comunica di aver affidato tutto al proprio avvocato, in quanto ritiene che tutte le dicerie emerse sul suo conto siano di “una gravità pesante”.

LEGGI ANCHE  Jennifer Lopez e Ben Affleck: divorzio in vista? Le indiscrezioni dagli USA

Wanda Nara: “Ho dato tutto al mio avvocato”

“Prima di tutto sono una mamma e mi occupo dei miei cinque bambini – scrive Wanda Nara su Instagram – e poi perché sono la moglie di Mauro”. L’agente della punta dell’Inter ha deciso di adire le vie legali per mettere a tacere “tutte queste cattiverie infondate”.

“Ho dato tutto in mano al mio avvocato – fa sapere Wanda Nara – i responsabili delle accuse ne pagheranno le conseguenze. Vivo una vita normale, lavoro e mi occupo dei miei bambini – ripete la moglie di Icardi – Voi occupatevi della vostra vita invece di scrivere cattiverie gratuite sulla mia”.